Ci siamo

I campionati entrano nel vivo e l’ansia di risultato può condizionare qualche gara. Proprio in questo periodo  infatti alcune gare risultano decisive ai fini delle classifiche, rischiando di fare, di alcune semplici gare, una vera e propria gara “della vita”. Purtroppo un errore, anche dell’arbitro, può condizionare la partita più attesa o quella più importante, provocando reazioni o prese di posizione che non vanno esattamente nella direzione dello spirito sportivo più volte richiamato.

A tutte le squadre pertanto rivolgo un “appello preventivo” affinchè vivano questi momenti con entusiasmo e apprensione ma sempre con sportività e fair play, perchè si può anche perdere una gara e persino un campionato ma mai si deve perdere la propria dignità ed educazione.

Letterina ai Babbo Natale

Questa volta vorrei indirizzare la mia tradizionale letterina non a Babbo Natale ma ai Babbo Natale ovvero ai genitori, mamma e papà; soprattutto ai papà e non me ne vogliano le poche mamme che immagino leggeranno questa riflessione, perchè leggendo, capiranno. Vorrei fare un augurio sincero a tutti i papà, me compreso, perchè possiamo tutti vivere questo Natale con la stessa gioia e felicità di quando sono nati i nostri o il nostro figliolo/a. Infatti la festa del Natale non è solo un’importantissima festa religiosa per i cristiani ma dovrebbe rappresentare proprio la festa della natività. Non esistono uomini, cristiani, musulmani, induisti o di altra credenza religiosa, che non abbiano provato una gioia immensa alla nascita di un figlio. Allora aldilà delle credenze religiose o “dell’opportunità” di festeggiare il Natale, perchè non provare a viverlo con la stessa emozione di quando abbiamo assistito al miracolo della vita? L’amore di un figlio verso il padre può essere meraviglioso quanto quello di un padre verso il figlio. Allora, papà tutti, ogni tanto sforziamoci di abbracciare i nostri figli, anche se in età adulta. Non saremo meno “machi” se dimostreremo il nostro affetto con un bacio, una carezza, un abbraccio ovvero tutte quelle cose che solitamente (e per fortuna) fanno le mamme. Ecco perchè ho rivolto questa riflessione ai soli papà. Le mamme già lo fanno ed i risultati sono evidenti. Cari papà sportivi, atleti e dirigenti, viviamo questo Natale non solo come la nascita di Gesù, ma come la nascita della vita stessa. Buon Natale a tutti!

Rettifica importante!!!

A seguito di nostre segnalazioni e osservazioni, la Presidenza Nazionale ha comunicato che ANCHE I GIOCATORI ISCRITTI IN LISTA POSSONO SVOLGERE IL COMPITO DI ADDETTO AL DEFIBRILLATORE, contrariamente a quanto deciso in un primo momento e comunicato a tutte le società. Ci scusiamo per questo “inconveniente” ma siamo sicuri di avere fatto felici le società che più erano in difficoltà nel reperire altre persone disponibili e quelle che avevano fatto fare il corso di abilitazione ai propri giocatori.